Qual è la differenza tra grafica vettoriale e raster?

Se sei un designer esperto, questo articolo non ti interesserà, perché probabilmente conosci la differenza tra raster e grafica vettoriale. Tuttavia, se sei un principiante, questo potrebbe essere un elemento che non capisci o di cui non sei a conoscenza.

Proviamo a capire questo problema. In ogni caso, le immagini raster e le immagini vettoriali sono oggetti grafici.

Grafiche raster

La particolarità dell’immagine raster è che è composta da piccoli pezzi come un mosaico. Questi pezzi sono i pixel.

Maggiore è la risoluzione, maggiore è il numero di pixel per unità di superficie.

Esempio: immagine con permessi 600x800px. Letteralmente significa quanto segue: l’immagine contiene 600 pixel in verticale e 800 in orizzontale. Se non si aumenta l’immagine e si guarda lo schermo, molto probabilmente l’occhio umano non nota i pixel.

Se si stampa l’immagine su carta, come l’A4, si otterrà un mosaico.

Photo printcnx.com

Le immagini raster vengono utilizzate quando è necessario mostrare una transizione fluida di colori e sfumature. L’uso più comune è l’elaborazione di foto, la creazione di collage, ecc. L’immagine raster occupa più spazio su disco rigido della stessa immagine in formato vettoriale. L’editor grafico raster più diffuso è Photoshop.

Grafiche vettoriali

A differenza dell’immagine raster, un vettore non è composto da punti separati – i pixel. La logica di un’immagine vettoriale è molto diversa. Nella grafica vettoriale, ci sono i cosiddetti punti di controllo e ci sono curve tra loro. La curvatura delle curve è definita da una formula matematica. Questo non significa che il progettista debba essere un guru della matematica e debba ricordare tutti i tipi di formule di iperboli e parabole.

Photo printcnx.com

I più diffusi editor di grafica vettoriale sono CorelDrow e Adobe Illustrator.

La grafica vettoriale viene spesso utilizzata nella stampa di brochure, volantini, biglietti da visita, ecc. Vale a dire prodotti che presentano testo, logo, disegni, simboli – tutto ciò che non richiede una trasmissione precisa di tutte le 18 tonalità di colore pesca, e può essere descritto da curve.

Un grande vantaggio delle immagini vettoriali è la scalabilità. Anche se viene scalata, la qualità dell’immagine non viene influenzata e sarà di buona qualità. Ad esempio, l’immagine in vettoriale avrà un bell’aspetto, se la si stampa su un biglietto da visita o su un cartellone pubblicitario.

Concludendo

Grafiche raster:

Pro: l’immagine è molto chiara; trasmette in maniera sottile il flusso di cambiamento di colori, sfumature, ombre, ombre, ecc.

Contro: perdita di qualità all’aumentare delle dimensioni; l’immagine in alta risoluzione richiede molto spazio.

Applicazione: fotoritocco, creazione di oggetti grafici con una vasta gamma di colori.

Grafiche vettoriali:

Pro: l’immagine è facilmente scalabile.

Contro: è impossibile trasmettere transizioni di colore omogeneo, come in un raster.

Applicazione: stampa e design di volantini, brochure, materiale promozionale, biglietti da visita, loghi, ecc.

I designer esperti spesso combinano la grafica vettoriale e i raster. Inoltre dobbiamo ricordare che è più facile convertire un vettore in un raster, che viceversa. La conversione automatica di alta qualità da raster a vettore è quasi impossibile. Questo è tutto. Nel prossimo articolo vi parleremo del formato raster JPG.

Categorie: DesignGenerale

Pacchetto Completo Identità Del Brand

Utilizza Logaster logo maker per lanciare rapidamente la tua azienda. Digita la tua ragione sociale e ottieni un pacchetto per il branding professionale in 60 secondi! Provaci - è facile!